BANDO_ConcorsoARTE*2017.indd

Concorso per le scuole di Bresso

ASSOCIAZIONE AMICI

DEL PILASTRELLO

_____________________________________________________________________

Segreteria: via Roma, 16 – 20091 Bresso

Tel. 02/66501089 Fax 02/66502437

comitato.sagra.pilastrello@gmail.com

www.sagrapilastrellobresso.it

 

AL PRESIDE

E AI DOCENTI

DELLE SCUOLE DI BRESSO

Bresso 20 luglio 2017

 

Sagra Madonna del Pilastrello 2017: E’ BELLA LA STRADA PER CHI CAMMINA

Concorso per le scuole di Bresso

 

Egregio Insegnante,

il tema della Sagra di quest’anno (che si svolgerà da Domenica 24 settembre a Domenica  1 ottobre 2016) prende spunto da una lettera apostolica di Papa Francesco (che si può trovare sul sito della Sagra) che rilancia il valore del pellegrinaggio e del cammino verso i santuari.

Il titolo della Sagra E’ BELLA LA STRDA PER CHI CAMMINA sottolinea il valore del camminare verso una meta sia dal punto di vista poetico che esperienziale.  Questa tematica sarà anche sviluppata dalla mostra sul “Cammino di sant’Agostino”: si tratta di un percorso tra i santuari e i territori della Lombardia di cui anche Bresso fa parte.

I ragazzi possono essere invitati ad esprimere l’esperienza del cammino dal punto di vista grafico-pittorico anche stimolati da testi opportunamente scelti come quello esemplificativamente in calce riportato.

Possono anche osservare con cura e rappresentare il piccolo santuario del Pilastrello o anche altri santuari dei dintorni.

 

Accanto a questo, in sintonia con la grande mostra che si svolge a Milano dal titolo “Dentro Caravaggio”, si propone una riflessione sulla figura di quest’artista e sulla religiosità concreta che esprime tipica delle nostre terre.  Si possono quindi proporre opere dell’artista “lette” e interpretate graficamente.

 

Per una maggiore visibilità e bellezza dell’allestimento gli elaborati grafico-pittorici dovranno essere di classe/scuola, realizzati su un unico cartellone (tipo quadro/murales di dimensioni 140 x 100 o sottomultipli).

Non saranno accettati disegni/opere individuali.

I lavori dovranno tassativamente essere consegnati nella giornata di venerdì 29 settembre entro le ore 15 presso lo Spazio “Iso-Rivolta” dove verranno esposti fino a Domenica 1 ottobre 2016.

 

 

 

Buon lavoro!

ASSOCIAZIONE AMICI DEL PILASTRELLO

 

 

 

 

 

 

Sintesi  di “The Wonderful Wizard of Oz” ( Il mago di Oz).

La storia di Dorothy, fu scritta da Frank L. Baum in soli tre mesi e rappresenta un nuovo modo di raccontare favole. L’autore, infatti, grazie al suo talento, al suo umorismo e alla sua grande sensibilità, intuisce l’amore che i ragazzi hanno per le storie fantastiche e meravigliose. Dorothy è una ragazzina orfana che vive con gli zii in campagna, nel Kansas. Un giorno un ciclone la sorprende, trascinandola in un mondo fantastico dove incontra uno Spaventapasseri chiacchierone, un Omino di Stagno saggio e un Leone Codardo. I cinque amici decidono di mettersi in viaggio verso la Città degli Smeraldi, dove risiede il Grande Mago di Oz, animati dal desiderio di vedere finalmente realizzate le proprie aspirazioni. Essi dovranno superare numerose avventure prima di arrivare alla meta e la loro vera conquista sarà ciò che avranno imparato durante il viaggio. Ci guadagneranno la consapevolezza che vi sono degli imprevisti, che la strada è difficile da seguire, ma che il cammino è comunque tracciato e che, insieme, è possibile arrivare a destinazione.

Il fatto di riconoscere i propri limiti non li paralizzerà in una sterile impotenza ma sarà uno stimolo continuo ad andare oltre, nell’affascinante scoperta che ogni giorno c’è qualche cosa di nuovo da imparare. Così lo Spaventapasseri senza cervello saprà trovare le soluzioni adeguate per aiutare i suoi amici; l’Omino di Stagno senza cuore si dimostrerà sensibile verso tutti e il Leone codardo sarà coraggioso nelle difficoltà, scoprendo che il vero coraggio consiste nell’affrontare il pericolo proprio quando si ha paura. Poco importa se le aspettative iniziali andranno in parte deluse e se alla fine il Grande Oz si rivelerà soltanto un ciarlatano. Dopo il viaggio ognuno si ritroverà felice perché avrà realizzato quello che il suo cuore più desiderava. La stessa Dorothy scoprirà che avrebbe potuto tornare subito nel Kansas grazie alle scarpette magiche, ma, in questo caso, non avrebbe mai incontrato i suoi amici e non li avrebbe guidati alla piena realizzazione di sé. Ciò che veramente conta è ricercare appassionatamente, perseguire i propri ideali senza alcuna pretesa. Si scoprirà allora che la vita è più bella di quanto uno riesca ad immaginarsi a patto di non volerla ridurre al proprio progetto.

Autore dell'articolo: Staff